Category Archives: Visite fiscali

VISITE FISCALI. Cosa cambia dal 13 gennaio 2018

La scheda UIL SCUOLA RUA per una facile lettura delle novità apportate dalla nuova normativa in vigore dal 13 gennaio 2018

Nuove modalità di svolgimento delle visite fiscali_Scheda di lettura UIL Scuola RUA

ASSENZE PER MALATTIA.In vigore dal 4 Febbraio 2010 le nuove fasce di reperibilità

Le nuove fasce orarie di reperibilità
entreranno in vigore dal 04.02.2010

Il decreto n. 206  del 18 dicembre 2009, prevede che le ore complessive di reperibilità per i dipendenti pubblici ammalati sia di sette ore,

dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18

anche nei giorni non lavorativi e festivi.

Il Decreto ha fissato alcune deroghe per situazioni particolari:
Sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità – precisa l’articolo 2 del decreto ministeriale – i dipendenti per i quali l’assenza è etiologicamente riconducibile ad una delle seguenti circostanze:
a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
b) infortuni sul lavoro;
c) malattie per le quali è stata riconosciuta la causa di servizio;
d) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta
.”

Sono altresì esclusi i dipendenti nei confronti dei quali è stata già effettuata la visita fiscale per il periodo di prognosi indicato nel certificato.

Il decreto è stato pubblicato  sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 15 del 20.01.2010.

ASSENZA PER MALATTIA.Modificate le fasce orarie di reperibilità per le visite fiscali

Il decreto-legge n. 78 del 1° luglio 2009 riguarda direttamente la scuola sotto l’aspetto delle assenze per malattia, modificando alcuni aspetti dell’art. 71 della legge 133/2008:
1) è abolito il comma 3, per cui le fasce di reperibilità per le visite fiscali tornano ad essere quelle previste dal CCNL, art. 17, comma 14, e cioè dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19;
2) gli oneri per le visite fiscali sono a carico delle aziende sanitarie locali e non dei bilanci delle scuole;
3) le certificazioni mediche relative ad assenze superiori a 10 giorni o relative a malattie insorte dopo il secondo evento di malattia nell’anno solare, possono essere certificate da un medico convenzionato con il Servizio sanitario nazionale (es. medico di famiglia).